litigio-24025
4th Lug

Asilo Aziendale… il punto della situazione

logo-home-1

In qualità di Presidente del CRALD AUSL di Ravenna, rendo noto gli sviluppi riguardanti il tentativo progettuale per la realizzazione di un asilo nido aziendale.

Dopo varie corrispondenze e ripetuti incontri sia presso l’Azienda che negli uffici comunali competenti a Ravenna, gli organi decisionali sono giunti alla conclusione per la non attuabilità del progetto.

La motivazione, così come da comunicazione del Direttore Amministrativo (vedi lettera protocollata), va ricercata “nella forte contrazione della domanda a fronte di un offerta molto alta”, e cioè i posti liberi nelle strutture pubbliche e private per l’infanzia, sono di gran lunga superiori alla necessità della richiesta. Questo significherebbe investire e spendere soldi pubblici per servizi non necessari che anzi creerebbero ulteriori posti per accoglienze non richieste.

Per rafforzare questa motivazione, si fa anche presente che la stessa Amministrazione di Ravenna ha deciso di non partecipare ai bandi inseriti nella legge sulla “buona scuola”, che finanziavano nuovi plessi, proprio per l’abbondante disponibilità delle strutture già esistenti.

Il Direttore Amministrativo specifica a questo punto, l’impossibilità dell’Azienda AUSL di poter affrontare questa sfida da sola, anche perché “non è l’Ente istituzionalmente preposto al servizio”.

L’Azienda inoltre comunica di essere eventualmente disponibile nei confronti della nostra Associazione, a valutare la creazione di uno spazio ludico autogestito, al fine di accogliere in maniera saltuaria bambini figli di dipendenti o fruitori del presidio, invitandoci ad un incontro con i tecnici ed il Direttore del Nosocomio cittadino.

Colgo l’occasione di questo comunicato, per trasmettere ai soci la passione, la volontà e la tenacia con le quali questa Presidenza ha tentato in ogni modo di aprire spiragli che portassero alla fattibilità del nostro progetto d’origine, scontrandosi però con una realtà che ha evidenziato problematiche e motivazioni non risolvibili al momento.

CRALD AUSL RAVENNA
Il Presidente
Flavio Pironi